Stato civile - separazione, divorzio e annullamento dell'atto di matrimonio

 

Nuove modalità per la separazione dei coniugi, per il divorzio e per la modifica delle condizioni di separazione e di divorzio.

Legge 10 novembre 2014, n. 162 Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 12 settembre 2014, n.. 132, recante misure urgenti di degiurisdizionalizzazione ed altri interventi per la definizione dell’arretrato in materia di processo civile. 

 

 

Separazione, divorzio e annullamento dell'atto di matrimonio davanti al Giudice

L'Autorità Giudiziaria italiana (Tribunale o Corte) pronuncia provvedimenti di omologa di separazione consensuale, sentenze di separazione giudiziale, di divorzio (cioè di scioglimento del matrimonio civile ovvero di cessazione degli effetti civili del matrimonio concordatario), di annullamento di matrimonio civile, di delibazione di sentenze ecclesiastiche di annullamento di matrimonio (annullamento Sacra Rota).

Il divorzio acquista validità a tutti gli effetti di legge con l'annotazione della sentenza, da parte dell'Ufficio di Stato Civile, sul relativo atto di matrimonio. La sentenza deve essere trasmessa all’Ufficiale dello Stato Civile competente, direttamente dalla Cancelleria del Tribunale o Corte che l’ha emessa, quando sia passata in giudicato.

Le sentenze di divorzio possono essere pronunciate da Autorità straniere e pervengono agli Uffici di Stato Civile del Comune di celebrazione o trascrizione di matrimonio, ai fini della trascrizione, per il tramite dell'Autorità Diplomatica Consolare ovvero da parte dell'interessato.

 

 

Separazione e divorzio consensuali assistiti dall’Avvocato

I coniugi, al fine di raggiungere una soluzione consensuale di separazione o di divorzio (nei casi in cui sia stata già pronunciata, con sentenza passata in giudicato, la separazione giudiziale, o sia stata omologata la separazione consensuale), possono concludere una convenzione di negoziazione assistita da almeno un avvocato per parte.

Per proporre domanda di divorzio, le separazioni devono essersi protratte ininterrottamente da almeno 3 anni.

L’accordo raggiunto con l’assistenza degli avvocati è trasmesso al Procuratore della Repubblica presso il Tribunale competente il quale, quando non ravvisi irregolarità, ovvero quando ritenga che l’accordo risponda all’interesse dei figli, comunica agli avvocati il nulla osta, ovvero autorizza l’accordo, ai fini degli adempimenti successivi.

L’avvocato della parte è obbligato a trasmettere, entro il termine di 10 giorni, all’Ufficiale dello Stato Civile competente, copia autentica dell’accordo, munito delle attestazioni e certificazioni previste per legge, per le trascrizioni ed annotazioni nei registri di Stato Civile.

L’accordo raggiunto dai coniugi a seguito di convenzione assistita, produce gli effetti e tiene luogo dei provvedimenti giudiziali in materia. 

 

 

Separazione e divorzio consensuali innanzi all’Ufficiale dello Stato Civile

L’art. 12 della Legge n. 162/2014 prevede, a decorrere dall’11/12/2014, la possibilità per i coniugi di comparire direttamente innanzi all’Ufficiale dello Stato Civile del Comune per concludere un accordo di separazione, di divorzio o di modifica delle precedenti condizioni di separazione o di divorzio.
L’assistenza degli avvocati difensori è facoltativa.
Competente a ricevere l’accordo è il Comune di:

  1. residenza di uno dei coniugi
  2. celebrazione del matrimonio in forma civile
  3. Celebrazione del matrimonio in forma religiosa
  4. trascrizione del matrimonio celebrato all’estero (da due cittadini italiani, o da un cittadino italiano e un cittadino straniero)

Adempimenti

CONDIZIONI PER LA SOTTOSCRIZIONE DELL’ACCORDO:

  1. Tale modalità semplificata è a disposizione dei coniugi quando NON vi siano figli minori o figli maggiorenni portatori di handicap grave o economicamente non autosufficienti (vengono considerati i figli di entrambi i coniugi e di uno solo di essi anche se nato al di fuori del matrimonio).
  2. Inoltre l’accordo non potrà contenere patti di trasferimento patrimoniali  (es. uso della casa coniugale, l’assegno di mantenimento, ovvero qualunque utilità economica tra i coniugi dichiaranti). Nell’accordo verrà unicamente indicato che si perviene alla separazione ovvero al divorzio.
  3. Restano invariati anche in questa casistica i presupposti per la proposizione della domanda di divorzio: Tre anni ininterrotti di separazione personale dei coniugi.

Tempi

LE FASI DELL’ACCORDO:

  1. PRENOTAZIONE di un APPUNTAMENTO con L'UFFICIO di STATO CIVILE, consegnando (anche via mail) la scheda di prenotazione con tutti i dati richiesti specificando il Comune di celebrazione di matrimonio (vedi allegato fondo pagina);
  2. Il giorno dell’appuntamento fissato entrambi i coniugi si dovranno presentare muniti della seguente documentazione:
    - MODELLO di ACCORDO (di separazione o di divorzio) interamente compilato e sottoscritto dalle parti;
    - Copia autentica del provvedimento di omologa di separazione consensuale ovvero della sentenza di separazione giudiziale;
    - Documento d’identità in corso di validità, per entrambe le parti;
    - Ricevuta di versamento di Euro 16,00 effettuata sul c.c. 14059257 intestato a COMUNE MANERBIO SERVIZIO TESORERIA (Causale: DIRITTO FISSO art. 12 c.6 – L. 162/2014);
  3. l’Ufficiale di Stato Civile deciderà poi con i coniugi una data per un nuovo appuntamento (da fissare oltre i 30 giorni dalla firma dell’accordo);
  4. nel giorno prestabilito entrambi i coniugi si dovranno presentare innanzi all’Ufficiale di Stato Civile per confermare o meno l’accordo sottoscritto;
  5. La conferma dell’accordo farà decorrere gli effetti della separazione o divorzio dalla data della sua prima sottoscrizione;
  6. La mancata comparizione equivarrà a mancata conferma dell’accordo.

Settore di riferimento

Area Amministrativa

Responsabile

Segretario Comunale
030 9387233

Ufficio di riferimento

Stato Civile

Responsabile ufficio

Segretario Comunale
030 9387233

Sede

Piazza C. Battisti 1 25025 MANERBIO

Orari

Per informazioni:

Comune di Manerbio – Ufficio Stato Civile – P.zza Cesare Battisti, 1. Orario di apertura al pubblico: dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 13.00; il sabato dalle ore 9.00 alle ore 12.00. Telefono 0309387222; indirizzo di posta elettronica: demografici@comune.manerbio.bs.it

Livello di informatizzazione

Informativo. Disponibili on-line solo le informazioni necessarie per avviare la procedura che porta all'erogazione del servizio

Livello di informatizzazione futura

Informativo. Disponibili on-line solo le informazioni necessarie per avviare la procedura che porta all'erogazione del servizio

Tempi di attivazione del servizio online

Non appena possibile, in base alle disponibilità di bilancio, alle limitazioni imposte dalla spending review e a quelle necessarie per rispettare il patto di stabilità, verrà quantificato il tempo necessario per l'attivazione del servizio on line del presente procedimento.

Data di aggiornamento scheda

17/02/2015